Roma
via Tiburtina, 994
(Metro B - Rebibbia)
via Gioacchino Volpe, 50
(Romanina - Tor Vergata)
Tel.
3896048980     info@psicologodellerelazioni.it
 
 
Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta
 
Dott. Francesco Scaccia Psicologo
La Psiconcologia
Supporto psicologico per i pazienti oncologici
16.06.2018
psiconcologia
psiconcologia

L’importanza di offrire un sostegno alle persone affette da patologie mediche gravi venne sostenuta intorno agli anni ’50 negli Stati Uniti.
È qui, infatti, che nacquero le prime associazioni di pazienti che avevano subito operazioni mediche invasive come laringectomia, colostomia e operazione al seno.

In Italia, invece, si devono attendere circa 30 anni prima che vengano riconosciuti i diritti dei pazienti oncologici.
L’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro e la Società Italiana di Psiconcologia (SIPO) vennero, infatti, istituiti solo negli anni ’80.

Da allora, varie ricerche scientifiche hanno evidenziato, per i pazienti affetti da tumore, la necessità di affiancare alle cure mediche percorsi psicologici.

Gli studi riportano che circa il 47% dei pazienti oncologici manifesta un qualche tipo di problematica psicologica, come ansia o depressione, disturbi dell’adattamento, tratti rigidi e disfunzionali di personalità.

Di questi disturbi, solo il 10% era già presente prima della malattia.
Il restante 90%, invece, sono disturbi psichici sviluppatisi successivamente alla scoperta della malattia.

Le malattie neoplasiche, infatti, rappresentano uno stress emozionale importante che può avere effetti gravi sulla personalità e il tono dell’umore di chi ne è affetto.

Questi dati mostrano la necessità di percorsi di supporto psicologico o psicoterapia per le persone malate di tumore, al fine di prevenire l’insorgenza di disturbi psicopatologici anche gravi.

L’intervento psicologico clinico in oncologia ha come principali destinatari il malato e la sua rete sociale costituita in primo luogo dai familiari.

Gli interventi psicologici per il paziente mirano a supportarlo lungo il decorso della malattia e nei momenti particolarmente destabilizzanti, ad aiutarlo a contenere i sintomi psicologici che lo affliggono, a favorire la scomparsa di comportamenti a rischio come il fumo.

Il supporto psicologico non riguarda soltanto il periodo della malattia ma perdura anche nella fase successiva.

Per i pazienti oncologici, infatti, può non essere semplice riadattarsi alla quotidianità, soprattutto se, a causa della malattia, hanno perso il proprio lavoro o una relazione sentimentale.

Gli interventi psicologici rivolti ai familiari mirano ad aiutarli a supportare al meglio, anche emotivamente, il paziente, e a favorire il processo di elaborazione del lutto dopo l’eventuale morte del paziente.

Il sostegno ai pazienti oncologici consiste in un lavoro di equipe che prevede varie figure professionali:

  • Medici
  • Infermieri
  • Psicologi
  • Assistenti sociali
  • OSS

In ambito oncologico vari possono essere gli interventi psicologici:

  • le tecniche a mediazione corporea come l’ipnosi, il biofeedback o il rilassamento progressivo;
  • il counselling, utile per fornire informazioni, supporto nei momenti di crisi, e per favorire il processo decisionale;
  • la psicoterapia individuale e familiare;
  • i gruppi di Auto Mutuo Aiuto.

Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta

Via Tiburtina, 994 Roma
3896048980 info@psicologodellerelazioni.it
www.psicologodellerelazioni.it


Bibliografia

  • Biondi Massimo et al. (2014). Psiconcologia, Raffaello Cortina editore.
  • Cianfarini Maurizio (2010). La malattia oncologica nella famiglia. Dinamismi psicologici e aree d'intervento, Carocci editore.
  • Vito Alberto (2014). Psicologi in ospedale. Percorsi operativi per la cura globale di persone, Franco Angeli editore.

Torna al blog


 
Copyright© Dott. Francesco Scaccia
P.IVA.: 02565600422