Roma
Zona Rebibbia
Zona Romanina
Zona Conca D'Oro
Tel. 3896048980     info@psicologodellerelazioni.it
 
 
Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta
 
Dott. Francesco Scaccia Psicologo Psicoterapeuta
Tristezza o Depressione? 3.8.2019
Tristezza
Tristezza

Tristezza, senso di vuoto, stanchezza, sono sensazione che fanno parte della vita quotidiana.

A chiunque può capitare di essere allegro e dopo poco tempo, senza apparente motivo, sentirsi tremendamente triste e abbattuto.

In alcuni casi, tuttavia, queste sensazioni di abbattimento possono rappresentare uno stato depressivo.

La depressione, infatti, non sempre si presenta con le sue manifestazioni più estreme, come costante insonnia, pensieri suicidari, costante senso di tristezza e disagio.

Quando la tristezza è una normale risposta a ciò che sta avvenendo attorno a noi e quando, invece, è il sintomo di un disturbo depressivo?

Quando la depressione si presenta in forma lieve, importante è valutare il grado di sofferenza che la persona vive rispetto ai suoi stati di tristezza, stanchezza e apatia.

Si può parlare di stato depressivo quando la persona inizia a vivere la propria malinconia come eccessiva e sbagliata e quando non riesce a dare una spiegazione ai propri stati emotivi, che sembrano invaderla senza apparente motivo.

È importante valutare quanto questi stati compromettono la vita quotidiana e la capacità di assolvere ai compiti di ogni giorno come studiare, lavorare, socializzare, prendersi cura di sé.

Altro elemento importante è il tempo in cui si risolvono questi stati di demoralizzazione e se lasciano conseguenze o meno.

La depressione, infatti, è uno stato costante, spesso poco influenzabile se non attraverso una terapia.

La depressione, inoltre, tende a modificare il nostro stile di vita e le nostre scelte, ci rende più solitari, meno attivi, spesso più arrabbiati con le persone a cui siamo legati.

Si può parlare quindi di depressione lieve quando vi è una compromissione prolungata di una o più aree di funzionamento quotidiano, quando vengono compromesse le relazioni sociali, quando la persona percepisce una condizione di malessere costante alla quale non riesce a dare risposta.

Una depressione lieve può presentare dunque i seguenti sintomi:

  • lieve cambio delle abitudini del sonno non dovute ad esigenze esterne (scuola, lavoro, …)
  • sentirsi costantemente inadeguati
  • tristezza costante
  • aumentata irritabilità
  • sentirsi costantemente stanchi e poco motivati

A differenza della Depressione Maggiore, nella Depressione lieve questi sintomi tendono a presentarsi in maniera incostante e a livelli di intensità variabili.

Da ciò si comprende la difficoltà nel differenziare uno stato “normale” di malinconia da uno stato depressivo vero e proprio.

Quando si presentano i sintomi sopra indicati è consigliabile richiedere una consulenza psicologica.

Un psicologo, infatti, può aiutarvi a differenziare uno stato “normale” di abbassamento dell’umore da una depressione.

Nel caso si presenti un vero e proprio stato depressivo la psicoterapia può aiutarvi a comprendere l’origine del proprio malessere.

La comprensione di ciò che ci fa male ci permette di individuare soluzioni e sviluppare strumenti per riconquistare il proprio benessere.

Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta

Roma
via Tiburtina, 994
via Gioacchino Volpe, 50
via Val di Non
3896048980
info@psicologodellerelazioni.it
www.psicologodellerelazioni.it


Torna al blog


 
Copyright© Dott. Francesco Scaccia
P.IVA.: 02565600422