Roma
via Tiburtina, 994
(Metro B - Rebibbia)
via Gioacchino Volpe, 50
(Romanina - Tor Vergata)
Tel.
3896048980     info@psicologodellerelazioni.it
 
 
Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta
 
Dott. Francesco Scaccia Psicologo
Famiglia e Confini 04.11.2018
Famiglia
Famiglia

L’uomo non è un essere isolato ma vive, agisce e cresce all’interno di un contesto sociale fatto di persone e relazioni.

La famiglia è uno dei tanti contesti sociali in cui ci ritroviamo a vivere e a cui è necessario adattarsi.

La vita psichica di una persona è, infatti, regolata dalle caratteristiche psichiche del suo gruppo di appartenenza, primo fra tutti la sua famiglia.

La struttura è ciò che permette alla famiglia di portare a termine i propri compiti e di adempiere ai propri doveri.

Con il concetto di struttura familiare si intende l’insieme di richieste e norme relazionali che determinano le modalità in cui i componenti della famiglia interagiscono tra loro e con il mondo esterno.

I confini sono un elemento essenziale all’interno della struttura familiare e sono ciò che consente ad una famiglia di rispondere in maniera funzionale o meno ai problemi che la vita pone ogni giorno.

I confini sono ciò che permette di individuare ciò che appartiene ad un determinato gruppo familiare.

Conoscere in maniera chiara chi appartiene ad un gruppo familiare è essenziale, infatti, per favorire lo sviluppo del senso di appartenenza ed identità in ciascun membro della famiglia.

In assenza di confini chiari tra ciò che è dentro o fuori si corre il rischio che nel bambino si strutturi una diffusione di identità che spesso in età adulta si associa a vari disturbi psicologici.

I confini, inoltre, pemettono di distinguere i vari sottosistemi all’interno del gruppo familiare.

I tre sottosistemi fondamentali sono:

  • il sottosistema dei coniugi
  • il sottosistema genitoriale
  • il sottosistema dei figli.

Perché una famiglia possa rispondere in maniera funzionale ai vari problemi in cui incorre, facilitando così uno sviluppo sano nei propri membri, è necessario che i confini di ogni sottosistema abbiano le seguenti caratteristiche:

  • devono permettere ai membri del sottosistema di esercitare le loro funzioni senza interferenze esterne,
  • devono permettere il contatto tra i vari componenti all’interno di ciascun sottosistema e tra sottosistemi differenti,
  • devono essere chiari e definiti.

Sulla base della tipologia di confini si possono individuare due tipologie di famiglie:

  • famiglie invischiate: eccessivo coinvolgimento tra i vari membri della famiglia. Un esempio può essere l’atteggiamento di ipercrontrollo di certi genitori sui propri figli.
  • famiglie disimpegnate: famiglie in cui i vari membri comunicano e si relazionano tra loro poco o per nulla e tendono a passare la maggior parte del proprio tempo fuori dalle mura domestiche.

L’invischiamento e il disimpegno rappresentano i due poli di uno stesso continuum su cui ogni famiglia può essere collocata a seconda del tipo di interazioni che maggiormente avvengono al suo interno.

Un eccessivo invischiamento o disimpegno può indurre in uno o più membri della famiglia lo sviluppo di sintomi psicopatologici, a volte anche gravi.

In queste situazioni si è dimostrata utile la Psicoterapia sistemico-relazionale.

Lo psicologo, fungendo da costruttore di confini, permette una maggiore comunicazione nelle famiglie disimpegnate e minore pressione emotiva in quelle invischiate, permettendo così a ciascun componente della famiglia di ritrovare la propria autonomia e sviluppare la propria identità in assenza di costrizioni ed eccessivi divieti.

Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta

Via Tiburtina, 994 Roma
3896048980 info@psicologodellerelazioni.it
www.psicologodellerelazioni.it


Bibliografia

  • Malagoli Togliatti M.; Telfener U. (1983).La Terapia Sistemica. Nuove tendenze in terapia della famiglia, Astrolabio.
  • Minuchin Salvador (1978). Famiglie e terapia della famiglia, Astrolabio.
  • Minuchin Salvador (1982).Guida alle tecniche della terapia della famiglia, Astrolabio.

Torna al blog


 
Copyright© Dott. Francesco Scaccia
P.IVA.: 02565600422