Roma
Zona Rebibbia
Zona Romanina
Zona Conca D'Oro
Tel. 3896048980     info@psicologodellerelazioni.it
 
 
Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta
 
Dott. Francesco Scaccia Psicologo
Il Disturbo Paranoide di Personalità 28.07.2018
Disturbo paranoide
Disturbo paranoide

I Disturbi di Personalità sono modalità costanti e rigide che guidano i comportamenti e le relazioni con gli altri e con se stessi e che causano costantemente sofferenza, disagio e problemi in vari ambiti.

Il Disturbo Paranoide di Personalità si presenta in persone ipersensibili al giudizio degli altri, sospettose e diffidenti tanto da giungere ad evitare di relazionarsi con chiunque.

L’ansia è costantemente presente e nasce dalla paura che qualcuno possa far loro del male, percepiscono l’ambiente come pericoloso e dunque vivono in un costante stato di apprensione.

Le persone che presentano un Disturbo di Personalità di tipo Paranoide mostrano le seguenti caratteristiche principali:

  • sospettano senza motivazioni realistiche di essere sfruttati o danneggiati dagli altri;
  • non si fidano di nessuno;
  • non si confidano con gli altri per la paura che ciò che rivelano di sé possa essere usato contro di loro;
  • interpretano i comuni rimproveri o consigli come tentativi di manipolarli o minacciarli;
  • provano costantemente rancore verso gli altri;
  • si sentono regolarmente attaccati o danneggiati;
  • tendono a reagire agli attacchi degli altri in maniera aggressiva;
  • sospettano continuamente che il partner li stia tradendo.

Le origini di questo disturbo di personalità sono rintracciabili nell’infanzia.

Gli studi hanno mostrato che le persone paranoidi sono stati costantemente vittime di abuso emotivo da parte dei loro genitori.

Da bambini venivano rifiutati, controllati rigidamente dai propri familiari che, inoltre, li rimproveravano e punivano continuamente in maniera sadica e aggressiva.

I genitori non solo li punivano quando commettevano qualche errore ma anche ogni volta che si mostravano fragili e bisognosi di cure.
Hanno così imparato a non esprimere le proprie emozioni e fragilità e a non chiedere aiuto a nessuno.

Da piccoli venivano ridicolizzati, umiliati e criticati con il conseguente sviluppo di una bassa autostima ed un giudizio di sé negativo.
Pensano di non meritarsi l’amore degli altri e per questo sono sempre in attesa che qualcuno, proprio come nella loro infanzia, possa fargli del male.

Poiché i rimproveri e le punizioni potevano avvenire anche senza motivo, le persone con un disturbo di personalità paranoide non hanno sviluppato capacità di mentalizzazione.

Non potendo prevedere il comportamento delle figure di riferimento nell’infanzia, non hanno appreso a comprendere le motivazioni dei comportamenti altrui e questo li porta a vivere nel costante timore che gli altri possano far loro del male.
Per questo evitano l’intimità e prediligono la solitudine.

Identificandosi con il genitore abusante, hanno poi appreso a rispondere in maniera aggressiva alle provocazioni e ai tentativi di manipolazione da parte degli altri.

La psicoterapia è uno dei trattamenti indicati per il Disturbo Paranoide di Personalità.

Attraverso la psicoterapia queste persone possono assumere una maggiore consapevolezza dei propri stili relazionali e riuscire così a modificare e rendere maggiormente flessibili i propri comportamenti disfunzionali.

Attraverso l’aiuto di uno psicologo possono apprendere a riconoscere le proprie emozioni e ad individuare l’origine della propria sofferenza.

La psicoterapia permette, inoltre, di acquisire una maggiore qualità della vita attraverso la diminuzione degli stati di ansia, l’aumento della socializzazione e sviluppando la capacità di chiedere aiuto nel momento del bisogno.

Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta

Via Tiburtina, 994 Roma
3896048980 info@psicologodellerelazioni.it
www.psicologodellerelazioni.it


Bibliografia

  • Agnello, C. et al. (2013). “Il disturbo paranoide di personalità: nuove linee di ricerca nella diagnosi e per l’impostazione dei trattamenti”, Journal of Psychopathology, 19:310-319.
  • American Psychiatric Association (2000). Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-IV-TR), Raffaello Cortina Editore.
  • Benjamin Lorna (1999). Diagnosi interpersonale e trattamento dei disturbi di personalità, Las.
  • Cancrini Luigi (2012)- la cura delle infanzie infelici. Viaggio nell’origine dell’oceano borderline, Raffaello Cortina Editore.

Torna al blog


 
Copyright© Dott. Francesco Scaccia
P.IVA.: 02565600422