Roma
via Tiburtina, 994
(Metro B - Rebibbia)
via Gioacchino Volpe, 50
(Romanina - Tor Vergata)
Tel.
3896048980     info@psicologodellerelazioni.it
 
 
Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta
 
Dott. Francesco Scaccia Psicologo
La Distimia
Disturbo Depressivo Persistente
15.05.2018
Distimia
distimia

Distimia letteralmente significa “umore cattivo”.

La Distimia, detta anche Disturbo Depressivo Persistente, è infatti un disturbo che si caratterizza per la presenza costante di umore depresso quasi ogni giorno per almeno 2 anni.

La Distimia tende a comparire generalmente nella prima età adulta, tra i 18 e i 30 anni e a rimanere costante nel tempo.

Sebbene questo disturbo possa manifestarsi in vari contesti come la famiglia e il lavoro, i sintomi non sono così intensi da compromettere queste aree di vita delle persone che, in genere, riescono a portare avanti i vari compiti della quotidianità seppure con fatica e con un senso costante di insoddisfazione.

La Distimia, infatti, presenta caratteristiche in comune con la depressione ma, tuttavia, a differenza di quest’ultima, i sintomi si manifestano in maniera più attenuata e questo può far sì che la persona che ne soffre e coloro che vi si relazionano non si accorgano per lungo tempo della presenza di questo disturbo.

Le persone con un Disturbo Depressivo Persistente possono apparire agli altri come persone silenziose, cupe e taciturne, poco inclini alla socializzazione e allo svago ma difficilmente vengono percepite sofferenti e bisognose di un supporto psicologico.

La Distimia si presenta generalmente con i seguenti sintomi:

  • scarso appetito o, al contrario, aumento eccessivo della fame;
  • insonnia o eccessivo bisogno di dormire;
  • scarsa energia;
  • autostima bassa;
  • difficoltà di concentrazione;
  • sentimenti di tristezza e disperazione.

Spesso, inoltre, possono presentare stati di ansia generalizzata che non sfocia però in un vero e proprio attacco di panico o disturbo d’ansia.

Nella storia passata di questo persone possono essere ritrovate di norma situazioni di vita dolorose come la perdita dei genitori in giovane età, la fine di una relazione importante, problematiche economiche persistenti.

Queste esperienze infelici possono aver generato in loro un generale senso di sfiducia nella vita e in se stessi, giudicandosi impotenti di fronte alle avversità, incapaci di cambiare la loro situazione.

Sebbene lutti e traumi passati abbiano generato in loro un forte desiderio di amore, è sempre presente nelle persone con distimia una bassa autostima e un generale senso di non essere persone amabili e degne di ricevere le cure e l’affetto di cui hanno tremendamente bisogno.

A causa del suo essere un disturbo cronico e del fatto che si presenta in giovane età, le persone con un Disturbo Depressivo Persistente tendono a convincersi che i sintomi facciano parte della loro personalità e che non sia possibile dunque modificare il loro costante stato di tristezza e senso di solitudine e vuoto interiore.

La Distimia, a differenza di ciò che pensa chi ne soffre, può essere curata attraverso un percorso di psicoterapia che può finalmente aiutarli a dare voce alla loro sofferenza interiore riducendo, così, la loro costante tendenza alla negatività e passività.

Attraverso un percorso di psicoterapia le persone possono rinforzare le proprie abilità e apprendere modalità nuove e più funzionali per affrontare le situazione problematiche quotidiane.

Con l’aiuto di uno psicologo chi soffre di Distimia può riuscire a migliorare la qualità della propria vita, migliorando le capacità di relazionarsi agli altri e prevenire comportamenti disfunzionali come l’abuso di alcol o la tendenza ad utilizzare il cibo come compensazione ad un dolore affettivo interiore.

In alcuni casi può essere utile anche una cura farmacologica che però va sempre affiancata ad una psicoterapia.
Gli studi, infatti, hanno evidenziato che i farmaci per il Disturbo Depressivo Persistente sono meno efficaci se non accompagnati ad un percorso psicologico.

Dott. Francesco Scaccia
Psicologo Psicoterapeuta

Via Tiburtina, 994 Roma
3896048980 info@psicologodellerelazioni.it
www.psicologodellerelazioni.it


Bibliografia

  • American Psychiatric Association (2014). Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5), Raffaello Cortina Editore.
  • Gabbard Glen (2007). Psichiatria psicodinamica, Raffaello Cortina Editore.
  • Lingiardi Vittorio (2204). La personalità e i suoi disturbi, il Saggiatore.

Torna al blog


 
Copyright© Dott. Francesco Scaccia
P.IVA.: 02565600422